Articolo 8 e articolo 18: non ci stiamo ! REFERENDUM

Articolo 8 e articolo 18: non ci stiamo ! REFERENDUM

Apertura della campagna di raccolta firme.

SABATO 13 OTTOBRE ore 10.30 in P.zza CORDUSIO

Dalla CGIL:

Care compagne, cari compagni

Come sapete lo scorso 11 settembre sono stati depositati in Corte di Cassazione i quesiti referendari attraverso i quali viene richiesta l’abrogazione dell’art.8 della Legge 138/2011 e delle modifiche apportate dalla "riforma Fornero" all’art.18 dello Statuto dei Lavoratori, in pratica cancellandolo.

L’ art.8 mette a rischio il Contratto Nazionale di Lavoro, lo strumento universale di salvaguardia e promozione di diritti e tutele mentre si prevede che nelle contrattazioni aziendali si potra’ derogare su tutto, anche sulle leggi.

La modifica dell’art. 18 cancella il reintegro obbligatorio in caso di licenziamento illegittimo, sancito dallo Statuto dei lavoratori con l’art.18. Si è così tolta dignità al lavoro , contribuendo alla diffusione di precarietà e insicurezza di lavoratori occupati e non.

I giovani, gli inoccupati, i precari sanno bene che riducendo la sfera dei diritti dei lavoratori si colpisce la stessa possibilità di ottenere un lavoro segnato da valore e qualità.

Cancellare l’art. 8 e le modifiche all’art. 18 e’ un’ occasione per dimostrare che è possibile costruire nel rispetto e nella valorizzazione del lavoro una risposta forte alla crisi economica e produttiva.

La "Cgil che vogliamo" è parte del Comitato Promotore dei due referendum attraverso il compagno Gianni Rinaldini e quindi è fortemente impegnata nella raccolta di firme, a cominciare dai luoghi di lavoro. Per far sì che tali referendum siano validi e possano essere votati dalle cittadine e dai cittadini italiani, è necessario raccogliere un numero di firme valide non inferiore a 500.000 (obbiettivo della campagna è quindi almeno di 700.000)

Già si sono costituiti o si stanno costituendo in questi giorni moltissimi "comitati unitari" comprendenti partiti, associazioni, sindacati in tutte le zone della città e in diversi paesi dell’hinterland a cui stiamo cercando di partecipare attivamente . E’ stato stilato un appello a livello cittadino sottoscritto dai primi firmatari e che può essere usato da subito come inizio della campagna nei luoghi di lavoro dove, si dovrà organizzare la raccolta delle firme.

La prima iniziativa pubblica e lancio ufficiale della campagna a Milano sarà SABATO 13 OTTOBRE dalle ore 10.30 alle 13.00 in P.zza CORDUSIO con una conferenza stampa alla presenza dei primi firmatari, dei rappresentanti dei lavoratori e dei cittadini.

Le compagne e i compagni sono invitate/i ad essere presesenti sabato 13 al gazebo in piazza Cordusio e ad attivarsi per la raccolta firma facendo riferimento alla Cgil che Vogliamo-Mi. Dobbiamo ricollegare i delegati, le lavoratrici e i lavoratori che fanno riferimento alla Cgil che vogliamo per condurre insieme questa importante battaglia !

Data ultima modifica: 11 ottobre 2012