WELFARE LOMBARDO: PERSONALE IN STATO DI AGITAZIONE

Sulla riforma del sistema socio sanitario Regione Lombardia disattende gli impegni presi.

Vanoli (Fp Cgil Lombardia): ‘lavoratrici e lavoratori meritano più rispetto.

Attendiamo la convocazione del prefetto, poi valuteremo le azioni di lotta’ 3 mag. – “Proclamare, oggi, lo stato di agitazione del personale della sanità pubblica lombarda era un atto più che dovuto verso le lavoratrici e i lavoratori”.

Manuela Vanoli, segretaria Fp Cgil Lombardia, commenta la mobilitazione che la sua categoria e quelle di Cisl e Uil, Fsi-Usae, Nursing up e Fials fanno partire da oggi in tutta la regione.

“La riforma del welfare lombardo, avviata con la legge 23/2015, ha modificato la geografia degli ambiti territoriali, dalle Asl e dalle Aziende ospedaliere si è passati alle Agenzie di tutela della salute e alle Aziende sociosanitarie territoriali. Con diverse criticità per il personale confluito nelle nuove strutture, a partire dalle differenze retributive tra medesimi livelli”.

Quali sono i motivi principali della protesta?

Gli accordi sottoscritti, già nel 2014 da Cgil Cisl Uil, e poi nel 2016 da tutte le sigle firmatarie del contratto nazionale, non sono stati rispettati. La riorganizzazione sta avvenendo senza confronto sindacale, né per la ridefinizione dei fabbisogni standard delle aziende o del minutaggio per garantire assistenza di qualità, né quando i lavoratori vengono trasferiti da un ente all’altro, ad esempio.

Le nuove aziende, spesso paventando azioni unilaterali, forzano per chiudere accordi sui fondi senza fornire i dati necessari, come ad esempio l’ammontare delle risorse e l’elenco del personale trasferito. Le carenze di organico causano, tra i disagi, ore di lavoro straordinario non pagato ma anche un uso pressoché strutturato dei precari che invece andrebbero stabilizzati”.

Quali saranno i prossimi passi? “Attendiamo la convocazione dal prefetto per espletare le procedure di raffreddamento e conciliazione – prosegue Vanoli -. Dovessero fallire, valuteremo a livello unitario quali iniziative intraprendere”. (ta)

tiziana.altea | 03 maggio 2017, 17:39 FP Cgil Lombardia


PARTECIPA E PROMUOVI IL CROWDFUNDING "MANCHI SOLO TU: NONUNODIMENO IN CLASSE"

DONA ORA QUI: http://www.eppela.com/nonunodimeno/manchisolotu

- visita il sito sito Nonunodimeno:

www.nonunodimeno.net

- condividi e metti MI PIACE sulla pagina facebook:

www.facebook.com/associazionenonunodimeno/

-  segui su twitter: https://twitter.com/nonunodimeno #nonunodimeno

Informazioni: info@nonunodimeno.net

Data ultima modifica: 5 maggio 2017