SCUOLE: OCCORRE UN PIANO STRAORDINARIO

Nell’augurare agli studenti e alle loro famiglie un buon inizio di Anno Scolastico, mi sembra doveroso denunciare "l’ennesima e immane CATASTROFE CULTURALE, ECONOMICA E SOCIALE " (Giovanni Vinciguerra - Direttore di TuttoScuola) del nostro Sistema Scolastico.

Nel 2018 hanno abbandonato la scuola 151.000 ragazzi pari al 24,7%. E dal 1995 ad oggi hanno lasciato la scuola 3 milioni e mezzo di studenti, con un costo impressionante per lo stato che in 23 anni ha perso più di 55 miliardi (7000 € all’anno spesi dallo Stato per ogni studente).

Uno spreco di risorse colossale! Si impone perciò un

PIANO STRAORDINARIO PER CONTRASTARE QUESTA "PIAGA SOCIALE" CON LA MESSA A DISPOSIZIONE DELLE SCUOLE DI PERIFERIA (soprattutto gli Istituti Tecnici e Professionali) di CONSISTENTI RISORSE AL FINE DI PREVENIRE LA DISPERSIONE E DI INTERVENIRE SUL RECUPERO DEI RAGAZZI.

Prima che sia troppo tardi!!!

L’Associazione NONUNODIMENO non si limita a denunciare, ma fa la sua parte con le SCUOLE POPOLARI che vedono la nobile azione di un centinaio di DOCENTI VOLONTARI che si mettono a disposizione di migliaia di ragazzi e delle loro famiglie per un’azione di recupero e di ri-motivazione a sostegno della Scuola Pubblica.

MA CIÒ NON BASTA! La parola adesso passa al Governo e alle Istituzioni come la Regione Lombardia che sono chiamate a dare una risposta esauriente agli studenti delle Scuole Pubbliche invece che regalare centinaia di milioni di euro alle Scuole Paritarie Private.

GIANSANDRO BARZAGHI - PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE NONUNODIMENO

Mail: giansandro.barzaghi@fastwebnet.it

Cell: 327/2279371

La campanella del nuovo anno scolastico è suonata per un milione e 300mila studenti.

Per la prima volta in calo dopo anni. Ma a preoccupare i sindacati di categoria sono altri numeri: quelli che testimoniano i vuoti di organico.

A lanciare l’allarme, la Cgil: su 15mila cattedre solo 7mila risultano coperte, mentre gli insegnanti di sostegno sono appena 140 rispetto ai 5000 necessari.

Le carenze, sottolineano i sindacati, non finiscono qui: problemi e vuoti anche per quanto riguarda il personale non docente. E mancano 329 presidi.

La Lombardia è una delle regioni con la maggior dispersione scolastica. In 5 anni circa 22mila studenti delle superiori hanno abbandonato gli studi: il 26 per cento. (Dossier TuttoScuola)


Associazione Nonunodimeno: visita il nostro sito www.nonunodimeno.net - DONA ORA!

- Condividi e metti MI PIACE sulla pagina facebook:

www.facebook.com/associazionenonunodimeno/

-  segui su : https://twitter.com/nonunodimeno

#nonunodimeno

Informazioni: info@nonunodimeno.net

#dispersionescolastica #abbandono #regionelombardia

13 settembre 2018

Cerca nel sito

NonUnodiMeno-News

Link