09 04 2010 Fondazione FRANCESCHI: Giochiamo alla Costituzione. Dieci lezioni...

Con questa iniziativa vogliamo stimolare anche le scuole che vogliono costruire una rete di volontari in difesa della Carta Costituzionale, oggi messa pesantemente a rischio nel nostro paese. Giochiamo alla Costituzione Progetto di formazione per studenti delle scuole secondarie superiori per formare alla Cittadinanza consapevole e alla conoscenza della Costituzione Italiana i bambini delle classi quinte della scuola primaria

Giochiamo alla Costituzione

Se fai progetti per un anno, semina grano. Se fai progetti per un decennio, pianta alberi. Se fai progetti per la vita, forma ed educa le persone Proverbio cinese: Guanti, 645 a.C.

Non puoi insegnare qualcosa a un uomo, puoi solo aiutarlo a scoprirla dentro di sé

Galileo

“Dimmelo e lo dimenticherò, mostramelo e lo ricorderò, coinvolgimi e lo imparerò”

Ciò che ascolto, dimentico Ciò che vedo, lo ricordo Ciò che faccio, lo capisco Confucio

Ciò che ascolto, dimentico Ciò che ascolto e vedo, lo ricordo un poco Ciò che ascolto, vedo e su cui faccio domande o discuto con qualcun altro, comincio a capirlo Di ciò che ascolto, vedo, discuto e faccio pratica, acquisisco conoscenza e abilità Ciò che insegno ad un altro, lo padroneggio (da “Insegnare e/è coinvolgere tecniche per l’apprendimento attivo” Silvio Bettinelli)

Introduzione Il Progetto “Giochiamo alla Costituzione”, nasce da una sperimentazione condotta negli anni passati nelle classi quinte dei plessi di Viale Lazio e Via Cadorna di Melegnano, nella scuola elementare di Carpiano da alcuni ex studenti dell’Istituto Benini, guidati dalla prof. di Diritto Sara Marsico. L’esperienza, del tutto volontaria, era nata da un’idea del Comitato Pertini per la difesa della Costituzione, costituitosi nel 1996 a Melegnano e di cui la prof. Marsico era la Presidente, insieme a suoi ex studenti universitari e non. L’idea partiva dalla considerazione che gli italiani non conoscono la loro Costituzione e che negli Stati Uniti la Costituzione è insegnata alle scuole elementari. Perché non cominciare a cambiare nel nostro piccolo le cose? Perché non cominciare a inseguire l’utopia ragionevole di una serie di piccoli costituzionalisti che spiegano la Costituzione ai loro genitori? L’entusiasmo dimostrato dai ragazzi delle classi attuali della docente in occasione della sua descrizione e la richiesta, da parte della scuole elementari del territorio, hanno convinto la docente ad accettare di nuovo la sfida, anche tenendo conto di quanto fruttuosi siano sempre stati i progetti (messi in campo negli anni) nei quali gli studenti si trasformavano, da passivi fruitori del sapere in insegnanti a loro volta. A titolo puramente esemplificativo, ricordo l’esperienza, attuata in via sperimentale due anni fa in collaborazione con la prof. Capasso , di “Lezioni di Costituzione” tra una classe prima del Liceo Scientifico e una classe seconda Igea, in cui gli studenti, divisi a gruppi, presentavano ai compagni i principi fondamentali e la seconda parte della Costituzione, con risultati sorprendenti in termini di coinvolgimento, interesse, capacità di scoprire le proprie attitudini e le proprie difficoltà e molto altro ancora. Le lezioni di Costituzione si basano su tecniche di apprendimento attivo e cooperative learning, tecniche che la docente mette in pratica nel suo lavoro mattutino di insegnante, su cui si è formata nei suoi ventidue anni di insegnamento e che ha avuto occasione di sperimentare nella attività Clil attuate negli anni scolastici 2006/2007 e 2007/2008.

Il progetto prevede tre momenti di lezioni interattive più un gioco , un incontro di presentazione dei lavori dei bambini, un incontro finale di congedo e festa 1. Progettazione: una fase di progettazione con le maestre di una classe quinta e la docente referente del progetto. 2. Attuazione del corso di formazione con il gruppo delle ragazze di IV C pacle e IV A igea (quattro incontri di due ore ) : come spiegare la Costituzione ai bambini: redazione di cartelloni, costruzione di scenette, spiegazione semplice dei principi fondamentali e delle tappe che hanno portato all’approvazione della nostra Costituzione. 3.A Lezione di Costituzione dalle ragazze del Benini (tre incontri) :lezioni di Costituzione ai bambini 4. GIOCO: l’evento finale consiste di un gioco “partecipato” sulla Costituzione, realizzato sotto forma di “gioco dell’oca” con domande strutturate sulla base degli stimoli suggeriti dai bambini durante le lezioni

Articolazione di un percorso formativo

N°INCONTRO PERIODO DURATA AZIONE 1. Ottobre 2009 In classe Progettazione con le studentesse 2. Dicembre 2009 2h Progettazione con le studentesseImpostazione del lavoro 3. 7 gennaio 2010 2h Progettazione con le maestre 4. 20 gennaio 2010 2h Corso di formazioneRealizzazione della prima lezione 5. 27Gennaio2010 2h Corso di formazioneRealizzazione della seconda lezione 6. 3 Febbraio 2010 2h Corso di formazioneRealizzazione della terza lezione 7. 10 febbraio 2010 2h Corso di formazioneRisistemazione delle lezioni e prova generale 8. 3 marzo 2010 2h Lezioni di Costituzione ai bambini 9. 17 marzo 2010 2h Lezioni di Costituzione ai bambini 10. 24 marzo 2010 2h Lezioni di Costituzione ai bambini 11. 14 aprile 2010 2h Gioco sulla Costituzione alla scuola primaria*Sono da stabilire le date degli ultimi due incontri di presentazione dei lavori dei bambini e di festa finale

Finalità del progetto per i bambini della scuola primaria Ø Obiettivo ultimo e prioritario del progetto è creare individui “sociali” in grado di Ø Vivere in contesti culturali complessi, facendone una vera comunità di vita e di lavoro Ø Collaborare (dove “cum laborare” torna al significato etimologico di “far fatica con…”), in vista di uno scopo comune Ø Dare significato concreto a concetti astratti quali quello di: libertà, responsabilità, solidarietà, competizione costruttiva e cooperazione Ø Capire che il nostro ordinamento giuridico è un potente strumento utile a capire, accettare, trasformare la realtà, impostando relazioni, gestendo e risolvendo conflitti in modo non violento, promuovendo nuove regole di convivenza civile. Ø Vivere come cittadini e cittadine solidali e responsabili, aperti al diverso e capaci di esprimere sentimenti, emozioni e attese nel rispetto di se stessi, degli altri, dell’essere umano in genere Ø Riconoscere il valore etico e civile delle leggi Ø Imparare a “mettersi in gioco”, per incontrare l’altro Ø Trattare in modo nuovo e “altro” temi e contenuti disciplinari Ø Conoscere i principali articoli del testo Costituzionale e riflettere sul loro valore; Ø Riconoscere il valore della convivenza civile; ipotizzare forme di partecipazione sociale; valorizzare altre culture e il dialogo vicendevole Ø Comunicare ed accettare punti di vista diversi dai propri Ø Osservare il mondo, per individuare in esso i tratti significativi delle proprie esperienze e saper riflettere sul proprio operato Ø Essere cittadini responsabili, consapevoli e partecipi capaci di cooperare con gli altri per un’azione significativa e/o per il bene comune Obiettivi del corso di formazione agli studenti della scuola secondaria Ø Promuovere la motivazione, il coinvolgimento e la collaborazione tra compagni di scuola Ø Potenziare i contesti e le occasioni comunicative Ø Estendere le opportunità relazionali Ø Sviluppare attitudine alla socializzazione, all’interazione costruttiva, al lavoro di gruppo in vista di un comune intento Ø Sperimentare tecniche espressive non abituali, attraverso le quali prendere coscienza delle proprie possibilità e attitudini

Obiettivo generale è la costruzione di una rete tra diversi ordini di scuola Referente per la scuola secondaria superiore Prof.ssa Sara Marsico Referenti per la scuola primaria Le maestre della classe quinta C della scuola primaria di via Cadorna, a Melegnano Destinatari Corso di formazione: 7 ragazze della IV C pacle e 2 ragazze della IV A igea (8 ore di formazione, 2 di progettazione, 10 di assistenza alle lezioni di Costituzione Lezioni di Costituzione N° 1 classe quinta della Scuola Primaria dell’Istituto Dezza, di Via Cadorna, a Melegnano 2 ore di progettazione, 10 ore di lezioni di Costituzione ai bambini Tempi L’intero anno scolastico 2009/2010 ( da dicembre a giugno 2009) Strumenti e Metodologie Ø Lezioni interattive, dibattiti guidati Ø Drammatizzazioni, letture di frasi e poesie, laboratorio per interventi sui giornalini delle due scuole, o per cartelloni di una mostra, gioco dell’oca finale Ø E’ previsto il contributo della Fondazione Roberto Franceschi che fornirà una copia del testo costituzionale ad ogni bambino e ad ogni studente e che ha accettato di patrocinare l’iniziativa Ø A ogni bambino sarà data una pergamena con un articolo della Costituzione, che le maestre si incaricheranno di fare incorniciare. Ø La documentazione dell’attività sarà rappresentata da un libretto, che conserverà la memoria del lavoro svolto.

La docente referente del progetto

Sara Marsico

9 aprile 2010

Cerca nel sito

NonUnodiMeno-News

Link