DON MILANI: piantato il kaki di Nagasaki

Il 25 maggio scorso, in occasione della marcia di Barbiana, nel cortile della Scuola primaria di Vicchio (FI) è stato piantato un diospero (v. fotografia di Sandra Passerotti) figlio del kaki di Nagasaki scampato alla bomba atomica sganciata da un aereo americano il 9 agosto 1945

Si è svolta stamani (giovedì 25 maggio) la cerimonia di messa a dimora, all’interno del cortile della scuola primaria di Vicchio, di un Kaki, donato da Nagasaki, albero di seconda generazione di una pianta sopravvissuta al bombardamento che distrusse la città ed ora simbolo di pace.

La manifestazione, che inaugura gli eventi programmati in occasione della Marcia di Barbiana, in programma sabato, ha visto, prima della posa della pianta, gli interventi del Sindaco, Roberto Izzo, della Dirigente Scolastica (che ha letto anche una lettera giunta direttamente dal Giappone, nella foto) e di un ex allievo di Don Milani. Da tutti l’invito ad un impegno per gli altri e per la pace, che trova in questo alberello, che dovrà essere curato e fato crescere, un perenne monito.


Associazione Nonunodimeno: visita il nostro sito www.nonunodimeno.net - DONA ORA!

- Condividi e metti MI PIACE sulla pagina facebook:

www.facebook.com/associazionenonunodimeno/

-  segui su : https://twitter.com/nonunodimeno

#nonunodimeno

Informazioni: info@nonunodimeno.net

#donmilani

Data ultima modifica: 4 luglio 2018