DEDICATO A GENOVA

Esiste un momento

in cui le parole si consumano

e il silenzio inizia a raccontare.

Kahlil Gibrain

UNA TRAGEDIA DA CUI CI RIALZEREMO. INSIEME

Facciamo nostra la dichiarazione dei presidenti di Arci Liguria, Walter Massa e Arci Genova, Stefano Kovach

Siamo sconvolti di fronte a questa immane tragedia.

Il primo pensiero è per i familiari delle vittime, per gli abitanti delle zone sottostanti il ponte Morandi che da anni vivono nell’incubo che qualcosa possa accadere.

Non c’è genovese o ligure che non abbia percorso in auto quel tratto di ponte centinaia e centinaia di volte, se non migliaia. Insieme a noi decine di migliaia di altri cittadini di tante regioni come stava accadendo anche in questo periodo vacanziero. Poteva esserci chiunque su quella campata, potevamo esserci noi o i nostri cari.

Ora sentiamo il bisogno di solidarietà e di conforto. Sentiamo il bisogno di unione di fronte alla tragedia. Abbiamo bisogno di affetto e di sostegno. Solo così la nostra città si rialzerà per l’ennesima volta perché, al di là di tutto, siamo una comunità forte e coesa.

Chiediamo a tutti uno sforzo in questa direzione. Senza tentennamenti. Verrà il tempo dell’analisi e delle indagini. Ci batteremo come sempre per la verità e la giustizia.

Ora però solidarietà, affetto, sostegno reciproco e senso di appartenenza ad una comunità sono i sentimenti di cui abbiamo bisogno. Come Arci noi ci siamo.

Arci Nazionale 14 08 2018

* grazie ad Adriano per il video di Andrea Nielsen - Isole Fær Øer

Data ultima modifica: 31 dicembre 2018