TRUMP GO HOME: proteste da New York al Michigan

Minneapolis, i tre video chiave che raccontano la morte di George Floyd Dai filmati dei passanti, che hanno impedito che la morte dell’afroamericano passasse sotto silenzio, all’arresto in diretta del reporter Cnn. #GeorgeFloyd

Ecco le immagini più importanti di questi quattro giorni di protesta

https://www.corriere.it/esteri/20_maggio_30/minneapolis-tre-video-chiave-che-raccontano-morte-george-floyd-b8c0a6cc-a23e-11ea-bc2b-bdd292787b00.shtml

Immagine: George Floyd nei panni della Statua della Libertà con un cartello in cui chiede giustizia e la Carta dei Diritti stretta in una mano. E’ la nuova opera di Harry Greb, lo street artist noto alle cronache per aver realizzato, nei giorni scorsi, un murale di fronte all’ospedale Spallanzani dedicato a chi non ha potuto abbracciare i propri cari.

In quest’occasione l’artista è intervenuto sul fatto del momento, l’uccisione dell’afroamericano durante un controllo di polizia che ha scatenato violente proteste a Minneapolis. “Sono rimasto colpito e indignato come essere umano dopo aver visto il video dove George Floyd muore in strada, da solo”, ha dichiarato Harry Greb. “E’ incredibile che ancora oggi possano accadere fatti del genere, alla luce del giorno, con arroganza e prepotenza, senza limiti. E’ un peccato perché ritengo che gli Stati Uniti siano un gran paese, ma sono vittime delle loro contraddizioni” prosegue l’artista. Il murale si trova in via Stati Uniti d’America, vicino al Villaggio Olimpico, nel quartiere Flaminio.

#icantbreathe

Data ultima modifica: 1 giugno 2020